Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

15_ Il Network CasaClima Emilia Romagna chiede il reintegro di Norbert Lantschner

18.01.2012 Lettera al Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano

Egregio Presidente
della Provincia Autonoma di Bolzano

Egregio Assessore
all’urbanistica, ambiente e energia della Provincia Autonoma di Bolzano



Ho appreso, come tanti, la notizia dagli organi di stampa del “licenziamento” del Direttore dell’Agenzia CasaClima, Norbert Lantschner.
Vi chiedo di riflettere ancora e di ripensare alla decisione presa per trovare una soluzione che consenta all’Agenzia di proseguire il suo lavoro e a Norbert Lantschner di continuare a dirigerla.

L’Agenzia CasaClima è formalmente di proprietà della Provincia di Bolzano, ma nella sostanza essa è "di tante persone", professionisti, imprese, istituzioni e semplici cittadini che hanno creduto nelle idee e nei concetti che sono alla base della filosofia CasaClima, e hanno contribuito in questi anni al suo sviluppo partecipando alla sua attività, anche in termini finanziari, con il proprio contributo personale e professionale.

Ritengo anche che CasaClima non sarebbe ciò che è senza il lavoro e il contributo di cultura e passione con cui Norbert Lantschner in questi anni ha diretto l'Agenzia e ha coinvolto migliaia e migliaia di persone, studenti, docenti, professionisti e cittadini in un progetto di cambiamento pienamente coerente con le strategie più innovative di cui CasaClima ne è diventata un esempio concreto e imitabile.
CasaClima è diventata di fatto un "patrimonio" di tutte queste persone e di quanti anche fuori dall'Alto Adige si sono riconosciuti e si riconoscono in questo progetto: d'altra parte anche da Voi fu detto che in molte parti dell'Italia e del Mondo l'Alto Adige è conosciuto anche grazie al binomio con CasaClima: sarebbe quindi un grave errore da parte Vostra non considerare adeguatamente questo fatto.

I contrasti tra il Direttore ed il CdA, di cui si sente parlare ultimamente, non possono risolversi con l’allontanamento di una persona che si è dimostrata eccellente nel portare avanti un progetto strategico per il nostro Paese, senza nasconderci che questo progetto trova ostacoli per le difficoltà generali che esistono in Italia a fare leva sulla serietà e sul controllo rigoroso della certificazione per cui "nella notte italiana sembra che tutti i gatti siano grigi" e tutte le "Classi A" sembrano eguali, ma non è così e CasaClima aiuta a fare luce.

Vi prego perciò di considerare che la questione che state affrontato non può essere considerata come un "fatto altoatesino" e ancora meno come un fatto interno alle quattro mura dell'Agenzia; essa va considerata come un fatto legato all'immagine stessa dell'Ato Adige e della sua considerazione nel mondo: anche il modo con cui risolverete questa situazione Vi darà forza per il futuro.

Vi chiedo dunque, modestamente, di lavorare per ritrovare un accordo e mantenere Norbert Lantschner nel ruolo di Direttore al fine di elaborare e condurre la strategia generale di CasaClima potenziando inoltre nel modo che meglio riterrete opportuno la struttura tecnica e amministrativa per rispondere alle tante sollecitazioni che la Vostra attività ha determinato nello spirito della strategia dell'Unione Europea per la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni climalteranti.

Ovviamente, sono disposizione Vostra e del Dott. Lantschner, come penso tutti i soci del network, per contribuire al migliore posizionamento di CasaClima e per il sostegno alla attività futura dell'Agenzia e della vostra attività che oggi è un esempio a cui noi guardiamo con grande attenzione: spero non si debba cambiare idea.

Con stima e attenzione, distinti saluti

Ugo Mazza
socio fondatore e Presidente del Network CasaClima dell’Emilia-Romagna

18 gennaio 2012
 Vai alla lista